Gita al Lago d’Iseo – 23-24 marzo 2019

Il Soroptimist di Rimini in gita sul lago d’Iseo…

Un bel gruppo di noi socie con alcuni mariti e parenti grazie alla perfetta organizzazione dei… “tour operator” interni al club ha trascorso due giornate piacevolissime per socializzare specie con alcune delle nuove entrate nel club!

Tutte insieme su un nuovissimo pullmino immediatamente “firmato” con il guidoncino del Club abbiamo raggiunto la sponda bergamasca del lago d’Iseo e visitato con una preparatissima e simpatica guida del luogo il borgo antico di Lovere soffermandoci in particolare ad ammirare la parte medioevale e quella rinascimentale: stupefacente la cattedrale di Santa Maria in Valvendra! Un vero monumento del XV secolo di dimensioni grandiose con una ricchezza di affreschi davvero inaspettata e di una eleganza come solo l’arte italiana sa donare…poi siamo salite ad ammirare un santuario neogotico in cima ad una salita e il torrione che riporta ancora dipinta l’effige della Serenissima! Il Leone di San Marco ruggisce ancora dalle terreferme conquistate nel 1430 circa…

Dopo un ottimo pranzo in un accogliente ristorante del borgo e una passeggiata sul lungolago, siamo partite per raggiungere in traghetto Montisola:il nome rende perfettamente l’idea del luogo! Il tempo era stupendo e il pomeriggio è volato camminando da una frazione all’altra, da uno scorcio paesaggistico all’altro in compagnia di anatre e cigni e…gatti ( c’è un gattile esemplare lungo una collinetta!)

Arrivate nella locanda di Clusane dal nome altisonante “Rosmunda” a fianco di un piccolo maniero del XIV XV secolo, abbiamo cenato con piatti tipici e poi visitato sotto la luce delle stelle le sale del castello suddetto: aperto in notturna per una bella mostra di arte contemporanea e fotografica.

Domenica di buon mattino dopo un po’ di foto dei meravigliosi panorami, siamo ripartite per visitare un’altra antica dimora : il castello di Bornato in Franciacorta dove un professore simpatico e preparato ci ha accompagnato all’interno della parte visitabile( quella non abitata dai proprietari attuali) dove abbiamo potuto ammirare soffitti affrescati pavimenti dicotto antichi e mobili e suppellettili di varie epoche perfettamente conservati e poi nella cappellina del palazzo. Infine abbiamo fatto un assaggio dei vini della produzione delle vigne della famiglia e acquistato quelli che preferivamo.

Lasciato Bornato abbiamo raggiunto l’ultima tappa del tour: le cantine Berlucchi. Qui con un esperto “cicerone enologo” abbiamo passato un’oretta in cantina ad ascoltare la storia di questi produttori e del loro metodo di produzione che ha reso questi vini di Franciacorta concorrenziali con lo Champagne! Risalite in superficie…abbiamo goduto di una duplice degustazione di Brut e Satin accompagnate da un ricco buffet.

Dopo aver fatto sosta per acquistare anche qui quanto ci poteva interessare siamo ripartite per Rimini stanche, ma allegre non per il vino, ma per il clima davvero gradevole, amichevole e rilassato che abbiamo respirato per tutto il tempo: peccato per chi non è potuto venire!!!