Festival di San Remo – il dissenso del Soroptimist Club di Rimini

“Lettera aperta” per protestare formalmente contro la presenza al festival di San Remo del rapper Junior Cally e in difesa della dignità della donna.

 

Club Rimini

La Presidente

Rimini, 20 gennaio 2020

Il Soroptimist International Club di Rimini, concordando con la posizione espressa dalla propria Presidenza Nazionale ed apprezzando, in ogni caso, la presa di distanza assunta dal Presidente della RAI, manifesta forte disappunto e dissenso sulla ammissione al 70’ Festival di Sanremo del rapper Junior Cally, che, in alcuni suoi testi, veicola espliciti messaggi sessisti, violenti nei confronti delle donne e diseducativi.

Messaggi tutti in aperto contrasto con le finalità del Soroptimist International che opera a livello mondiale per la tutela della dignità e la promozione della condizione femminile.

Dissentire su quei testi non vuol dire essere ipocriti, come sostenuto da alcune fonti vicine agli organizzatori, bensì attribuire alle parole il peso che effettivamente hanno.

Il Club di Rimini intende sottolineare che la lotta al femminicidio si attua anche attraverso azioni di prevenzione rivolte soprattutto ai giovani finalizzate all’insegnamento della cultura del rispetto.

Il messaggio del rapper Junior Cally, andando invece nella direzione opposta, trasmette una cultura della violenza e del sopruso nei confronti delle donne.

Invitiamo, quindi, il Direttore Artistico Amadeus a riflettere su questo e ad utilizzare il palcoscenico di Sanremo per trasformare un messaggio sbagliato in un’occasione costruttiva.

Soroptimist International d’Italia

Club di Rimini

La Presidente

Dott.ssa Rita Turci

 

da sole si cammina veloci…insieme si va lontano