Progetto “a teatro con il Soroptimist” – stagione 2019-2020

Il 7 luglio presso il giardino del Museo della città , nella suggestiva sede del prestigioso lapidario romano  intitolato al professor Giancarlio Susini che ne curò nel 1980 l’allestimento, ha avuto luogo, seguendo  rigorosamente le norme dell’attuale fase sanitaria, la serata dedicata a concludere per l’anno 2019 -2020 il Progetto “Giovani a teatro con il Soroptimist”, che da un decennio prosegue su iniziativa del Soroptimist international club riminese, grazie al generoso e fondamentale contributo dell’Assessore alla cultura Giampiero Piscaglia e del Dipartimento attività culturali e teatrali del Comune di Rimini, diretto da Laura Fontana, consentendo a quattordici studenti di quinta superiore- selezionati dal club-  di assistere alla stagione di prosa del teatro Galli.

Dopo i saluti della Presidenza dell’associazione è intervenuto personalmente l’Assessore che ha voluto ringraziare il sodalizio cittadino per la costanza e convinzione con cui prosegue questa iniziativa-perLui di rilevantissima importanza per l’avvenire culturale delle giovani generazioni e quindi della cittadinanza.

Il futuro è come sappiamo incerto e complicato per il settore e per Noi tutti- ha sottolineato- ma dobbiamo aspettare e essere fiduciosi per una nuova modalità di attuazione anche di iniziative come questa.

E’ stato poi introdotto con un breve discorso tenuto da Mattia Vitelli del Dipartimento di storia cultura e civiltà di Unibo il valore del lapidario e del patrimonio epigrafico riminese- secondo solo a quello di Aquileia nell’Italia settentrionale- in quanto testimonianza di un passato assolutamente da riscoprire per l’importanza delle Nostre radici . A tale proposito si è rammentato il contributo fornito in merito dalla socia Professoressa Anna Graziosi Ripa.

E’ stata poi al volta dei ragazzi che quest’anno hanno vissuto in modo assai diverso il progetto- come ogni cosa stravolto dall’emergenza sanitaria. Grazie alla generosità del Teatro avevano però potuto ,in autunno, assistere ad alcuni spettacoli fuori abbonamento ( oltre ai sette previsti come ogni anno) e quindi hanno avuto comunque numerosi testi e allestimenti scenici su cui dibattere in modo critico e puntuale anche l’uno in costruttivo contrasto con l’altro; tutti hanno dato prova di aver molto apprezzato l’opportunità di avvicinarsi al mondo teatrale o approfondine la conoscenza e hanno saputo cogliere, ciascuno con la propria cifra interpretativa, le caratteristiche e i messaggi dei così diversi spettacoli cui hanno potuto assistere. Le loro recensioni sono state anche quest’anno raccolte, pubblicate sul sito del teatro e Galli e stampate per loro in un apposito libretto ricordo, scaricabile ancche dal sito del club.

La fiducia nel progetto e nelle capacità dei giovani di cogliere il valore del teatro per la loro crescita resta invariata: non rimane che avere speranza per il futuro!

Le recensioni degli studenti sono stata riunite in un libretto che è possibile scaricare al link seguente:

SOROPTIMIST PROGETTO TEATRO GIOVANI

adesione al progetto SCU -comunicare il patrimonio culturale-