Campagna mondiale di 16 giorni per dire NO alla violenza di genere

25 novembre: giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Il Soroptimist International è da sempre impegnato a contrastare ogni forma di violenza, da quella più conclamata che ogni giorno ci viene ricordata da notizie terribili sulle prime pagine dei giornali, a quella più nascosta e peraltro molto diffusa, che colpisce tante donne tra le mura domestiche specie in questo momento emergenziale dovuto alla pandemia da Covid 19, in cui la povertà genera un acuirsi di tensioni e patologie all’interno delle dinamiche interpersonali.

Anche quest’anno, pertanto, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il Soroptimist International Club di Rimini collabora con le istituzioni locali per tener viva l’opinione pubblica nei confronti di questo grave problema: molti monumenti nei diversi comuni della provincia e nel centro cittadino saranno illuminati di arancione, così come le caserme dei Carabinieri di Cattolica e di Novafeltria, dove hanno sede le “stanze tutte per sé”, dell’omonimo progetto nazionale del Soroptimist d’Italia.

Inoltre, il Club di Rimini, dopo essersi dedicato alla creazione di molti progetti finalizzati a facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro e la conseguente autonomia economica e a favorire la denuncia dei crimini subìti, grazie alla collaborazione con Confesercenti e Confcommercio, ha collocato nei negozi del centro locandine recanti il numero 1522 dedicato alle denunce di violenza di genere.

Il Presidente Fabrizio Vagnini e del Direttore Mirco Pari della Confesercenti Provinciale di Rimini.

 

 

 

 

 

 

 

 

Alcune vetrine che hanno esposto la locandina:

 

 

 

 

 

 

 

La rassegna stampa del progetto: